Gluten Free Fest e biscotti con gocce di cioccolato

Eccomi qui per postare una nuova ricetta! In questo periodo ho continuato a sfornare dolci, ma oltre ad avere molto meno tempo a disposizione, visto che ho avuto anche molti insuccessi culinari mi sono scoraggiata dal postare.

Da un pò di tempo ho problemi di stomaco e in questo periodo mi sono decisa ad andare da una nutrizionista, che (visto che ho già fatto gli esami per la celiachia e intolleranze varie e fortunatamente sono negativi) sospetta una sensibilità al glutine.

Non sapevo neanche si potesse essere SENSIBILI al glutine, ma provare non costa nulla… E allora via, ridurre il glutine, la cosa però mi ha anche invogliata a provare nuove ricette.

Infatti visto che ho un bel forno a legna, ho pensato subito: l'ideale è fare del pane! Non spreco energia, cuoce come non verrebbe mai nel forno normale e così posso mangiarmi del buon pane fatto in casa. Ma ahime, oltre al fatto che come tutti i celiaci sapranno è più difficile incordare bene senza glutine, specie per una principiante, ho scoperto di essere proprio negata per fare il pane, con o senza glutine. Ho provato a fare dei cracker di riso, una schiacciata e dei cornetti, oltre ai due tipi di pane. E per motivi diversi, fallimenti su fallimenti su fallimenti, e non ho idea di dove abbia sbagliato. sob sigh.

Ho fatto anche tante altre ricette che mi sono venute, tra cui una cherry pie e dei muffin alle ciliegie (eravamo sommersi dalle ciliegie dell'orto!), meringhe, un dolce ai frutti di bosco, brownies, etc. etc. e dei biscotti molto semplici con gocce di cioccolato senza glutine, e proprio quest'ultima ricetta posterò oggi, che si addice all'argomento del post.

Ma prima, come promesso, volevo parlarvi del GLUTEN FREE FEST che si è tenuto a PERUGIA dal 7 al 10 giugno.

Mi scuso per il ritardo, postare delle foto un mese dopo non è proprio l'ideale, diciamo così..

La giornata era perfetta, è stato divertente e istruttivo, anche se partecipando a due laboratori ho messo il muso come una bambina: com'è possibile che non ci cucinassero il risultato delle nostre manine per poi riportarlo a casa? :<

Certo potevamo portarlo a casa crudo, ma mentre ho fatto così per la pasta frolla visto che ormai era tardo pomeriggio, non potevo certo portarmi dietro in borsa tutto il pomeriggio assolato una pagnotta fatta alle 15:00 che stava per cominciare a lievitare -.- così mio malgrado ho dovuto lasciarla (e perdere così anche la possibilità di realizzare finalmente un pane decente, dall'inizio alla fine).

Comunque ho apprezzato davvero molto 🙂 eccovi alcune foto:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Una bella iniziativa davvero!!

Per la ricetta, ne ho cercata una che non utilizzasse farine senza glutine specifiche, per potermi fare dei biscotti semplici e golosi con cui fare colazione la mattina, e sono capitata nel sito Ginger&Tomato, e nei suoi Biscotti con gocce di cioccolato.

A me sono venuti del tutto diversi da quelli della loro foto, sono friabili ma bianchi… però io li adoro così e neanche mi sono chiesta dove/se sbaglio 😀

Ecco qui la ricetta, praticamente l'originale, con il doppio della dose:

140 gr di farina di riso

140 di maizena

140 gr di fecola di patate

160 gr di burro

160 gr di zucchero

2 tuorli e 2 uova intere

2 cucchiaini di lievito per dolci

2 pizzichi di sale

gocce di cioccolato: quantità a piacere

Ho unito le varie farine con il lievito e le ho setacciate unendole poi al burro ammorbidito (con questo caldo non è difficile, appena tolto dal frigo già sembra squagliarsi, sigh). Ho aggiunto poi tutti gli ingredienti tranne le gocce di cioccolato, amalgamandoli uno alla volta.

Ho aggiunto infine le gocce di cioccolato… io tendo sempre ad abbondare 😀

Nella ricetta originale consigliano, a seconda della farina usata, di aggiungere latte se l'impasto risulta troppo duro o farina se troppo molle. Devo dire che l'impasto che ottengo ogni volta con queste dosi tende ad essere un pò molliccio sulle mani, ma lo preferisco così, per cui non aggiungo nulla, anche perché con questo caldo il burro si scioglie fin troppo in fretta e inevitabilmente l'impasto tende ad essere molliccio..

Vista però la consistenza è praticamente impossibile stendere una sfoglia da cui ricavare delle formine per i biscotti, come suggerito dalla ricetta originale. Io prendo un pò di impasto con le mani infarinate e formo delle palline, che poi adagio leggermente distanziandole tra di loro sulla placca del forno rivestita da carta da forno. Premo leggermente sempre con le mani infarinate sopra le palline e inforno per 10-15 minuti a 150° su forno preriscaldato.

Quando cuocio questi biscotti faccio molta attenzione perché si cuociono molto velocemente, e già una volta che cominciano ad acquistare una leggera sfumatura di colore sono troppo cotti, per me. Questo perché sono molto friabili, e cuocerli anche solo poco più del normale li fà poi sbriciolare con troppa facilità.

Li tolgo dal forno ancora bianchi, dopo circa 10 minuti, quando vedo che hanno già finito la lievitazione. Sono ugualmente cotti ma più morbidi, anche se comunque friabili, una consistenza che mi piace proprio!

 

L'unico suggerimento è di farne sempre una doppia dose, perché se capitano degli amici mentre li state cucinando (o anche dopo), rischiate di rimanerne senza…e lo dico per esperienza! 😀

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.