GLUTEN FREE FEST

In questo periodo continuo a sfornare dolci, ma non trovo mai il tempo di pubblicare niente. Nel frattempo però qualcosa posso anticipare:

Questo fine settimana, dal 7 al 10 giugno, qui a Perugia si terrà per la prima volta il GLUTEN FREE FEST, evento dedicato ai celiaci e non solo.

Essendo la prima edizione non sò proprio cosa aspettarmi, ma oggi pomeriggio partirò armata di macchina fotografica, pronta ad immergermi nei laboratori, nelle degustazioni guidate, nell'emporio, nei convegni etc. etc. e prometto di pubblicare quanto prima il tutto.

Oltretutto gran parte delle manifestazioni si terranno al percorso verde, perciò ci sarà la possibilità anche di sdraiarsi sull'erba sotto il sole (anche se oggi è nuvoloso!) spizzicando finger food senza glutine e leggendo un bel libro.

Da come lo hanno descritto sembra allettante, perciò non vedo l'ora!

Marmellata di fragole

In questi primi giorni di bel tempo, ne ho approfittato per mettere in pratica i miei buoni propositi: attività fisica, cibo più leggero e sano.

Così sono andata a correre (senza esagerare con lo sforzo), poi dopo un giorno di riposo, sono andata in bici. Ho mangiato sano e leggero, ed avevo ferma intenzione di continuare a fare così.

Il mio premio?

Brioches col tuppo

Ormai da diversi mesi mio fratello ha comprato una planetaria. Io non ne sono mai stata granché entusiasta, perché ciò che mi piace nei dolci è la consistenza, mescolare sentendo la differenza ad ogni passaggio, mi divertiva fin da piccola.

(C'è da dire però che io ho sempre evitato lievitati come pasta, pizza o pane, impasti che non mi piacciono particolarmente).

Ho un certo astio per le nuove apparecchiature tecnologiche come schermi lcd, planetarie, videogiochi ultima generazione, cellulari iper tecnologici, e-book, i-pad et simili. Li uso e riesco bene ad usarli, non mi danno nessun problema e ovviamente sono molto comodi…ma finchè non me li ritrovo davanti, preferisco evitarli.

Panna cotta con gelée di fragole, frutti di bosco…

Cominciano a riscaldarsi le giornate, e anche i dolci da fare cambiano..

Anche se non disdegno affatto (e anzi preferisco e continuerò a farlo nonostante il clima) cucinare dolci più complessi e/o sicuramente più pesanti, anch'io risento di questo cambiamento..per questo vi propongo una ricetta che ho fatto da un bel pò, ma davvero buona che ben si adatta a questo periodo.

Torta alle fragole

O, per essere precisi, Torta alla Frutta, perchè di questo si tratta, adattata alla frutta di stagione di questo periodo…le fragole!!

Questa ricetta della torta di frutta è di mia madre: di solito la frutta sopra non viene accompagnata da panna ma è ricoperta invece da gelatina.

Cheese Cake Arancia

Non sono un'amante delle arance, anzi diciamo che ne farei volentieri a meno, ma visto che fanno bene, visto che è periodo, visto che c'è a chi piacciono, visto che….

……..sisi ok, ecco la ricetta..

Per fare questo cheesecake ho unito due ricette, questa e quest'altra di Ciccia Pasticcia, per riuscire a farlo con quello che avevo.

Ciambelle siciliane

Questa estate sono andata una settimana in Sicilia, a Licata, e tra le squisitezze che ho assaggiato (croccante di mandorle con pistacchio, cannoli, briosce col tuppo di cui presto proverò una ricetta, etc.) mi hanno colpito delle particolari ciambelle, con cui facevo colazione ogni mattina. Ne ero diventata quasi dipendente, sono proprio questi sapori semplici che amo nei dolci!!

Cuori degli innamorati..per San Valentino (ovviamente)

Qui da me, in Umbria, la regione è completamente coperta di bianco 🙂

Fino a questa notte qualche zona, come il mio paese, si era salvato da questa ondata di neve, mentre ora è arrivata anche qui.

Non sembra decisamente, un'atmosfera da San Valentino!

Per non dimenticarci (mi?), quindi, propongo questa ricetta dei biscotti che si chiamano Cuori degli Innamorati, dalla "Grande Enciclopedia della Cucina – Curcio", volume "dolci e cucina da forno" .

Tagliatelle al tartufo

Ogni domenica mia madre è solita fare le tagliatelle a mano. Sono buonissime e le condisce in tanti modi diversi ma, se i primi tempi le aspettavo con impazienza, ormai non posso proprio più vederle -.-

Ci voleva l'MTC di gennaio per farmi tornare a guardare positivamente, almeno per il momento, questo piatto…ma di certo io non lo farei mai. Per cui ho deciso: faccio partecipare mia madre alla sfida di questo mese dell'emmetichallenge!!! 🙂

I biscotti di Natale

Ovvero, come farsi male prima di Natale, finendo per cucinare biscotti la sera del 23 dopo una giornata di lavoro, fino a ritrovarsi a lavare stoviglie alle 4 di notte 😉  

La colpa in verità è decisamente mia: volevo regalare dei biscotti per natale, ma di più tipi diversi, e alla fine ho optato per 4 tipi, 3 tipi mai provati…..poi ho visto che a casa c'erano le noci, e alla fine da 4 siamo passati a 5 (di cui uno non sono riuscita alla fine a farlo, giace il panetto di pasta frolla nel congelatore), 30 biscotti c.a. per tipo, 60 biscotti c.a. per due tipi, vassoi pieni e una casa che profumava come non mai.